Mediaset Infinity logo
Verissimo
Catalogo
Dirette Tv
Channels
Cerca
La foto
06 febbraio 2024

Can Yaman: "Per Sandokan ho perso 10 chili in 30 giorni"

L'attore turco mostra sui social la sua nuova forma fisica: "Devo allenarmi due o tre volte al giorno e fare il digiuno intermittente, mantenendo le calorie bassissime. Tutto sta avvenendo con il continuo monitoraggio di professionisti seri e competenti"

Condividi:
Instagram @canyaman

Can Yaman, che prossimamente interpreterà Sandokan in una nuova serie tv sul personaggio reso celebre negli anni Settanta da Kabir Bedi, ha fornito un aggiornamento sulla sua preparazione psicofisica per il nuovo ruolo.

"Come ho perso 10 chili in 30 giorni? Dopo la conclusione delle riprese della seconda serie di Viola come il mare, approfittando di qualche giorno libero e del Natale, ho deciso di tornare nel mio Paese, così da poter trascorrere un po' di tempo con i miei genitori, la mia famiglia ed altre persone a me care. Avevo bisogno di riposarmi un po' e di staccare la spina, senza mai esagerare però! Volevo anche godermi la cucina turca che mi mancava tanto", ha scritto l’attore turco su Instagram a corredo di uno scatto in cui ha mostrato la sua nuova forma fisica.

"Sapevo che al mio ritorno a Roma mi aspettava un duro lavoro, un radicale cambio di abitudini per prepararmi al prossimo personaggio: Sandokan! E infatti così è stato: non appena rientrato, ho iniziato a impegnarmi. Il primo obiettivo era raggiungere il peso ideale per il personaggio e poi concentrarmi sugli aspetti mentali. È stato un periodo molto duro, in un mese sono riuscito a perdere quasi 10 kg, scendendo da 94.5 a 85 kg. È stata, ed è, una fase particolarmente intensa: ho tolto molti piaceri della vita, devo allenarmi due o tre volte al giorno e fare il digiuno intermittente, mantenendo le calorie bassissime".

"Non c’è da preoccuparsi però: nonostante sia esausto, sono perfettamente sano, ringiovanito, disintossicato e leggero, ma soprattutto molto soddisfatto. Ovviamente, tutto sta avvenendo con il continuo monitoraggio di professionisti seri e competenti. Alla fine, è questo che fanno gli attori: si trasformano con dedizione quando è necessario e si plasmano di volta in volta per immedesimarsi nel nuovo ruolo. Insomma, continuerò ad andare a gonfie vele finché non raggiungeremo il Sandokan perfetto che ci siamo prefissati", ha spiegato Yaman.

"Tuttavia, vi confesso che oggi ho deciso di concedermi uno strappo alla regola e mangerò quello che voglio, sperando di riuscire a fermarmi. Vi chiedo di continuare a sostenermi come avete sempre fatto. Un abbraccio e a presto", conclude Can Yaman, che in questi ultimi tre anni ha condiviso spesso sui social il suo percorso per raggiungere la forma fisica perfetta e le giuste abilità per poter interpretare il ruolo di Sandokan, tra prove di lotta libera, salti acrobatici e duelli agguerriti.

Can Yaman: "Sto rivoluzionando il mio corpo per Sandokan"

A gennaio Can Yaman aveva condiviso sui social le sue emozioni legate alla preparazione del nuovo ruolo: "Sono piuttosto entusiasta del fatto che presto per me inizierà una nuova avventura... è tempo di caricare un altro enorme fardello sulle mie spalle con Sandokan".

"Sono stato impegnato a rivoluzionare il mio corpo con una vasta gamma di allenamenti e con varie diete per darmi una scossa. Sento che il peso della responsabilità è molto alto e credo che lo gestirò con pazienza, fiducia e grinta”, aveva fatto sapere l’attore turco, famoso in Italia per le sue interpretazioni in Daydreamer - Le ali del sogno e Bitter Sweet - Ingredienti d'amore, che nel 2021 aveva condiviso sui social una foto con tutto il cast della serie.

Can Yaman, l'intervista a Verissimo

Can Yaman, ospite a Verissimo, aveva ripercorso la sua storia e aveva parlato della sua famiglia.

"Quando sono nato i miei genitori non erano molto agiati, avevano avuto delle difficoltà economiche, quindi ci ha aiutati mia nonna. I primi tre anni lei si è presa cura di me. Poi mia mamma ha cominciato a lavorare fuori città e allora si è occupata di me l'altra nonna", aveva detto l’attore, che è nato a Istanbul nel 1989.

Suo padre Güven Yaman ha origini albanesi-kosovare, sua madre Güldem Yaman è una professoressa di lettere di origini albanesi-macedoni: "Quando avevo dieci anni, mio padre ha cominciato a guadagnare bene e per quattro anni siamo stati bene. Quando avevo 14 anni, però, il lavoro di mio padre è andato male e abbiamo avuto delle difficoltà. Se ho continuato a studiare è stato solo grazie alle borse di studio".

Can Yaman aveva parlato anche del suo attuale rapporto con i genitori: "Mio padre si fida di me, mia madre si preoccupa di più, ma con lei ho un rapporto speciale", aveva raccontato a Silvia Toffanin.

Nel video sotto, la storia di Can Yaman.

Copyright ©1999-2024 RTI Business Digital – RTI S.p.A.: p. iva 03976881007 – Sede legale: Largo del Nazareno 8, 00187 Roma. Uffici: Viale Europa 46, 20093 Cologno Monzese (MI) – Cap. Soc. int. vers. € 614.238.333 – Gruppo MFE Media For Europe N.V. – Tutti i diritti riservati.