Mediaset Infinity logo
Mediaset | L'evoluzione della tv digitale
Catalogo
Dirette Tv
Channels
Cerca
Nuovi formati di Trasmissione DTT e SAT
27 gennaio 2022

La riorganizzazione delle frequenze TV

Avviato a Gennaio il processo di riorganizzazione delle frequenze televisive.

Condividi:

Già a partire dalla fine del 2021 in Sardegna e dallo scorso 4 gennaio a partire dalla Valle d’Aosta è stato avviato il processo di riorganizzazione di tutte le frequenze televisive italiane: il cosiddetto processo di “refarming” delle frequenze. Si tratta di un percorso articolato che procederà progressivamente e coinvolgerà tutti i comuni italiani nel corso dei prossimi 6 mesi. L’obiettivo di questa riorganizzazione è quello di liberare alcune frequenze che verranno utilizzate per la telefonia mobile e, contemporaneamente, garantire che si incrementi grazie ai nuovi formati trasmissivi la qualità del segnale televisivo disponibile sul digitale terrestre. Si tratta di un processo tecnico che comporterà per i telespettatori semplicemente la necessità di risintonizzare i propri televisori o decoder. ll processo di riorganizzazione e riordino delle frequenze televisive si concluderà il 30 giugno e avverrà in modo graduale comune per comune, seguendo un calendario preciso e il più possibile coordinato fra tutte le emittenti sotto l’egida e il coordinamento del Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE). Di seguito indichiamo le date in cui saranno interessate le varie regioni Italiane: Dal 3 gennaio fino al 9 marzo 2022: Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia (con esclusione della provincia di Mantova) e le province di Piacenza, Trento e Bolzano. Dal 9 febbraio al 14 marzo: Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia e Emilia Romagna. Dal 1 marzo al 15 maggio: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise e Marche. Dal 1 maggio al 30 giugno: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio e Campania. Fra il 7 e l’11 marzo, in particolare, il processo di riorganizzazione impatterà tutta la pianura padana, coinvolgendo quindi l’area più popolosa d’Italia. Per questo, proprio l’8 marzo, è stato fissato anche l’avvio delle trasmissioni in alta qualità su tutti i canali nazionali che coinvolgerà l’intero territorio nazionale. È possibile trovare informazioni di maggiore dettaglio sulle date in cui i singoli comuni italiani saranno coinvolti nel processo di riorganizzazione delle frequenze televisive (refarming) sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) al seguente indirizzo: nuovatvdigitale.mise.gov.it e Refarming - Nuova TV digitale (mise.gov.it) Alla fine di Giugno, al termine del processo di riorganizzazione delle frequenze televisive, Mediaset libererà 2 delle 5 frequenze attualmente in uso attraverso le quali sono trasmesse le versioni provvisorie di Rete 4, Canale 5, Italia 1, Iris e La5. Se quindi, nonostante tu abbia già un televisore o decoder HD, ricevessi solamente le versioni provvisorie di Rete 4, Canale 5, Italia 1 e Il 20, richiedi una verifica del tuo impianto di antenna per accertarti di ricevere correttamente tutte le frequenze terrestri.

Copyright ©1999-2024 RTI Business Digital – RTI S.p.A.: p. iva 03976881007 – Sede legale: Largo del Nazareno 8, 00187 Roma. Uffici: Viale Europa 46, 20093 Cologno Monzese (MI) – Cap. Soc. int. vers. € 614.238.333 – Gruppo MFE Media For Europe N.V. – Tutti i diritti riservati.